Giugno 2018

Qualche giorno prima della sfilata degli studenti dell'Istituto di Moda Burgo, un ricordo dell'edizione 2017, che ha incantato tutti i presenti.
È stato infatti con uno splendido "Voyage des Fleurs" che gli studenti della scuola di Milano e degli altri uffici italiani e stranieri hanno voluto salutare l'anno scolastico 2017/2018. Seguendo questo filo creativo, i giovani talenti hanno creato, con l'aiuto dei membri della facoltà, i leader che sintetizzavano perfettamente il matrimonio tra Oriente e Occidente. E così, davanti a un parterre prestigioso, hanno presentato abiti di geniale originalità e influenze varie. È passato dagli accenni di street-style e punk alla reinterpretazione dello stile geisha dall'immaginario hollywoodiano degli anni '30; dai volumi eccentrici ai tagli lineari.        

Una piattaforma interattiva, dedicata al fashion world, dove immaginare, creare, indossare e condividere il capo di abbigliamento nato dall’emozione del momento. E’ Never tee Stop: il primo Social Fashion Lab dove tutte le figure professionali afferenti al mondo della moda possono interagire tra loro: fashion designer, stylist, illustrator, photographer, video maker, editor e influencer.   Never Tee Stop punta tutto sugli utenti con una proposta innovativa di Smart Working e di placement nel mondo del lavoro. Un’esperienza che trova la sua concreta applicazione grazie all’interesse degli studenti delle Accademie di Moda: Istituto di Moda Burgo nelle due sedi di Milano e Roma, IED Roma e IED Milano, Accademia Koefia di Roma, Accademia Italiana di Firenze, Poliarte Accademia di belle arti e design di Ancona sono le prime realtà coinvolte nel progetto. Tramite un calendario di workshop gratuiti tenuti personalmente dal founder di Never Tee Stop Juriy Villanova, la piattaforma digitale viene illustrata agli studenti, insieme al concept del progetto. "Never Tee Stop – spiega il fondatore Juriy Villanova -  lavora ogni giorno per coniare un nuovo concetto di moda e diventare così un business model innovativo del settore. NtS è rivolto tutti: ai fashion role e anche ai fashion lover grazie allo sviluppo della App che amplierà le possibilità della piattaforma. Ma abbiamo fortemente voluto in primis la collaborazione con le Accademie perché puntiamo ad un alto livello di qualità di NtS LAB”.

È frutto dell'IMB Fashion Show Invitation Contest 2018, l'outfit scelto per il servizio fotografico da cui è stato tratto l'invito al tradizionale defilè di fine anno "Il contest nasce proprio con l'intento di selezionare la creazione che verrà fotografata per la realizzazione dell'invito".    Le regole da rispettare sono, ovviamente, seguire il mood della sfilata ed i relativi moodboard» - spiega Biagio Belsito, direttore artistico e docente di haute-couture della sede di Milano, che ha indicato ai partecipanti le linee guida. All'IMB Fashion Show Invitation Contest 2018 hanno concorso gli allievi stilisti della sede di Milano - San Babila e di quella di Roma, appena inaugurata. In giuria il Sig. Fernando Burgo, i figli Stefano e Monica, oltre a Biagio Belsito. Ad avere la meglio, alla fine, sono stati Tamara Cartocci e Riccardo Milone. «Lavorando insieme hanno potuto realizzare l'idea vincente: un connubio tra alta sartoria e innovazione mediante l'utilizzo di materiali come il pvc, che a sua volta è stato dipinto e ricamato a mano» - svela sempre Biagio Belsito.

Domenica 10 giugno si è tenuto il pranzo dell'Associazione Regionale Pugliesi, a cui hanno partecipato il fondatore e direttore Fernando Burgo con la sua signora e Biagio Belsito, direttore artistico e docente di haute-couture della sede di Milano. «Si tratta della tradizionale festa estiva dell'Associazione, dedicata principalmente ai soci. Con l'occasione vengono consegnati dei riconoscimenti ai soci più assidui, ovvero delle targhe che portano il nome di Dino Abbascià, storico presidente dell'Associazione» - spiega il Dott. Agostino Picicco, responsabile culturale - «Abbiamo avuto anche l'onore di avere con noi l'Onorevole Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia, già a Milano per presiedere i lavori dell'Assemblea Continentale Pugliesi nel Mondo, organismo consuntivo della Puglia che prevede l'elezione di otto membri del Consiglio in Europa. Ha deciso di fermarsi un giorno in più per partecipare, insieme ad altri 250 soci e amici, a questo evento che cade in un periodo molto importante per noi, dato che nel dicembre scorso abbiamo ricevuto il prestigioso Ambrogino d'Oro come Associazione Benemerita».

Si sta per chiudere un nuovo anno scolastico e l'Istituto di Moda Burgo si prepara alla sua tradizionale sfilata, che si terrà a Milano il 28 giugno. Un evento importante, non solo per la scuola ma anche per gli addetti ai lavori alla continua ricerca di nuovi talenti.   In passerella, infatti, sfileranno le creazioni degli studenti che hanno frequentato i corsi di stilista, designer, sartoria professionale e modellista sartoriale. Si tratta di un centinaio di partecipanti, tra cui 11 provenienti da scuole esterne (italiane e straniere). Nel corso dei mesi gli insegnanti hanno coltivato il loro talento, stimolandone la creatività e preparandoli ad affrontare il mondo del lavoro. Questo grazie al metodo didattico dell'Istituto di Moda Burgo, che punta sull'apprendimento individuale e prevede ben l'80% di lezioni pratiche. Risultato: ad oggi sono più di 100.000 gli ex studenti che hanno trovato lavoro nel mondo della moda. La scuola, fondata sessant'anni fa da Fernando Burgo, conta ad oggi svariate sedi e partnership all'estero ma continua ad essere al 100% Made in Italy.